Easy Rider: ieri come oggi “born to be wild”.

Nel 1998 l’American Film Institute inserì questa pellicola all’ottantottesimo posto della classifica dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi, dieci anni dopo salì, però, all’ottantaquattresimo posto. Abbiamo per le mani un cult cinematografico di prim’ordine, una di quelle opere che ha avuto il potere di rivoluzionare il modo di fare e concepire il…