Encanto

Encanto è il 60° film d’animazione targato Disney, uscito nel 2021 e diretto da Byron Howard e Jared Bush.

Colombia: Alma Madrigal fugge insieme al marito Pedro dal loro villaggio preso d’assalto da alcuni soldati. Nel corso della fuga Pedro perde la vita. In aiuto di Alma e dei suoi tre gemelli neonati, Julieta, Pepa e Bruno, accorre la magia, che tramite una candela dà vita ad un luogo sicuro e protetto da alte montagne, in cui la ragazza avrebbe potuto crescere i suoi bambini. Una volta cresciuti, intorno ai 7 anni, ad ognuno dei discendenti Madrigal viene assegnato un talento speciale, che scoprono aprendo una porta magica dentro alla loro altrettanto magica e “viva” casa, soprannominata “Casita”. Anni più tardi arriva il turno della nostra protagonista Mirabel, la quale, per la prima volta dopo due generazioni, scopre di non aver ricevuto nessun potere. Ma qualcosa non va nella magia, e i talenti dei Madrigal iniziano a vacillare. Toccherà proprio a Mirabel, in apparenza la più normale e priva di poteri speciali, salvare la magia e la famiglia.

Casa Disney ci regala ancora una volta un piccolo capolavoro. Nella sua semplicità, Encanto ci porta per mano in un viaggio alla scoperta del valore della famiglia e del riconoscere i propri talenti. Ed è proprio su quest’ultimo tema che il film si sofferma, mostrandoci in principio una protagonista ordinaria e priva di poteri speciali, e che per questo si sente esclusa dalla sua speciale famiglia. Il fulcro della storia per Mirabel sarà scoprirsi speciale per ciò che è, e non per qualcosa che ha. Tanti sono gli spunti che questo film ci propone: il desiderio di essere riconosciuti, accettati dalla propria famiglia, l’essere valorizzati per come si è veramente, e non solo per il proprio talento, la scoperta della propria identità, il cercare di essere costantemente all’altezza delle aspettative degli altri che porta all’infelicità, e infine l’amore di una famiglia che riesce a vincere le paure e le resistenze dei singoli per restare unita. Punto di forza sono senza dubbio le canzoni e la colonna sonora, con l’unico appunto che talvolta risulta difficile seguire la storia che viene snocciolata un pezzetto alla volta proprio attraverso il testo delle canzoni. Nonostante questo dettaglio, però, i brani riescono perfettamente a mettere in luce le emozioni e i diversi stati d’animo dei personaggi. Le scenografie e i personaggi sono colorati e coinvolgenti, regalando allo spettatore un vero spettacolo visivo. Menzione speciale merita senz’altro “Casita”, ovvero casa Madrigal: un luogo che diventa un vero personaggio, creando un legame speciale con la protagonista Mirabel. Unica pecca, se così si può definire, è rappresentata dal finale, che risulta leggermente sbrigativo, e in cui l’arco narrativo viene chiuso senza sviluppare a pieno le problematiche emerse nel corso della trama. Andando ad esplorare più a fondo i conflitti che si creano, questo film avrebbe raggiunto un livello decisamente più alto, al pari di altri veri e propri capolavori indimenticabili come Coco.

Encanto riesce in ogni caso a centrare l’obiettivo, regalandoci un’avventura emozionante, coinvolgente e adatta a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...