Palm Springs – Vivi come se non ci fosse un domani

Palm Springs è un film del 2020 diretto da Max Barbakow e disponibile su Amazon Prime Video.

Il 9 novembre Nyles si sveglia in una camera con la sua ragazza Misty. È il giorno del matrimonio di Tala e Abe. La sera, al ricevimento, Nyles conosce Sarah, sorella della sposa e i due finiscono per passare insieme la notte. Mentre sono insieme però, Nyles viene colpito all’improvviso da una freccia e si scopre inseguito da un tale, Roy, che intende ucciderlo. Per scappare Nyles si rifugia in una caverna. Preoccupata, Sarah lo segue all’interno e viene risucchiata da una strana luce rossa. Il mattino seguente Sarah si risveglia nel suo letto, è di nuovo il 9 novembre. Nyles le spiega quindi di essere bloccati entrambi nello stesso loop temporale di cui solamente loro sono coscienti. Ogni giorno è lo stesso giorno che si ripete all’infinito. Da questo momento in poi Sarah cercherà disperatamente un modo per sfuggire a questo bizzarro fenomeno nel quale è intrappolata.

Palm Springs è una commedia romantica fuori dal comune, poiché riesce a fuggire dalla solita romanticheria aggiungendo un pizzico di fantascienza ad una trama, che di per sé altrimenti, saprebbe di già visto. Nonostante il tema del loop temporale venga ripreso in più film e serie tv di ogni genere (vedi Auguri per la tua morte, Edge of tomorrow, Russian doll, Prima di domani, Ricomincio da capo, ecc.), questa rom-com si caratterizza per il suo carattere fresco e leggero. Ottima l’interpretazione dei due protagonisti, Andy Samberg (Brooklyn 99) e Cristin Milioti (How I met your mother), con una buona chimica attorno alla quale si costruisce l’intero film. La protagonista Sarah ricalca il cliché della figlia maggiore “pecora nera” della famiglia, con alle spalle anni di delusioni e fallimenti, e la quale obbliga in un certo senso ad empatizzare con le sue sfortune, senza però riuscirci a pieno, almeno in questo caso. La storia si sviluppa linearmente, senza troppi sconvolgimenti e in alcuni tratti centrali il film risulta un po’ lento. Si salva sul finale, dal quale emerge la morale, ovvero ciò che entrambi i protagonisti dovevano capire per potersi finalmente sganciare dal loop infinito. Essendo una commedia riesce a far sorridere, soprattutto dal momento in cui Nyles e Sarah capiscono di poter fare tutto ciò che vogliono e iniziano a vivere davvero “alla giornata” (letteralmente), con annesse improvvise morti che fanno di conseguenza ripartire il giorno da capo.

La cosa più bella è sicuramente il messaggio che questo film intende trasmettere, in particolare sull’idea dell’amore, sul fatto di non stancarsi mai di stare con la persona a cui si tiene di più e di accettare “tutto il pacchetto”, passato e presente di quella persona. Di certo sarebbe stato bello avere qualche informazione in più sul personaggio di Nyles e sul loop temporale, tema che, appassionati o meno di fantascienza, affascina sempre, e per una persona curiosa come me è stato leggermente frustrante non riuscire ad ottenere tali informazioni, che forse avrebbero reso il tutto più accattivante e coinvolgente.

Palm Springs è quindi il film perfetto se cercate una commedia romantica leggera e originale, lontana dallo stucchevole e che sa intrattenere senza pretendere troppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...