Tu la conosci Claudia?

Quinto film di Aldo Giovanni e Giacomo, questa volta alla regia troviamo solo Massimo Venier, ma comunque il trio compare tra gli sceneggiatori. Debutta nelle sale il 15 dicembre del 2004, gli incassi tutto sommato sono buoni, anche se non all’altezza dei precedenti, ma saltiamo direttamente alla trama.

La trama

Come in Così è la vita i tre protagonisti sono dei perfetti sconosciuti, che questa volta s’incontreranno a causa di una donna. Giovanni è il marito di Claudia, i due sono sposati da sette anni, ma la loro relazione rischia di andare a rotoli; la moglie per provare a sentirsi meglio decide di aiutare un totale sconosciuto, rubando casualmente la cartella di un paziente della sua psicanalista.

Il fato decide che tale persona sia proprio Giacomo, che in seguito a un divorzio ha perso la propria autostima e la fiducia nei confronti delle altre persone. Grazie all’aiuto di Claudia inizia a riprendersi, rendendo quindi più felice pure lei, ma c’è un problema: lui se ne innamora.

Aldo invece è un tassista, nonché ex-amante di Claudia, dato che la donna ha deciso di mollarlo e tornare a essere fedele al marito, proprio per questo fatto lui è perseguitato dalla figura di Giovanni e vede il suo volto in qualsiasi uomo.

Un giorno Giovanni decide di pedinare la moglie viste le sue continue assenze, scopre il suo rapporto con Giacomo e inizia a seguire quest’ultimo in macchina, ma in mezzo all’inseguimento ci si ritrova pure Aldo convinto di essere pedinato dal marito di Claudia. I tre fanno un incidente e Giovanni ne approfitta per diventare amico degli altri due, soprattutto di Giacomo per scoprire di più sul rapporto tra lui e sua moglie.

Nel caso abbiate finito le idee regalo per la vostra dolce metà, potete sempre ripiegare sul Relax-O-Matic

Considerazioni

Come sempre è giusto precisare che nelle seguenti righe ci saranno spoiler più o meno importanti, proseguite a vostro rischio e pericolo qualora non aveste visto il film, anche se si tratta “solo” di Aldo Giovanni e Giacomo.

In questo film ritroviamo una formula ormai collaudata, ovvero prendere situazioni verosimili e reinterpretarle in chiave più comica. Seppur semplice funziona e vale un po’ la regola “squadra che vince non si cambia”. Il rischio però è quello di risultare stucchevoli e ripetitivi, fatto scongiurato prevalentemente grazie a delle trame diverse.

Sulla performance del trio oramai non c’è molto da dire, in qualche modo interpretano loro stessi, ma in maniera più caricaturale, tanto da poter trovare caratteristiche comuni nei loro personaggi tra questo film e gli altri; quindi, anche per loro vale il discorso appena fatto. È comunque giusto precisare che il film precedente a questo è La leggenda di Al John e Jack sicuramente più particolare rispetto ai loro lungometraggi canonici, ma ne parleremo un’altra volta. Anche per questo motivo Tu la conosci Claudia? non rischia di essere ripetitivo; questo discorso è valido quasi solo se consideriamo l’ordine cronologico della filmografia.

Non dimentichiamoci di Paola Cortellesi, che interpreta Claudia, non è la prima volta che figura in un loro film, infatti la si può vedere in Chiedimi se sono felice, dove interpretava Dalia, una delle tante amanti di Aldo. Questa volta il suo ruolo è decisamente più importante, infatti sarà proprio il suo personaggio il filo conduttore che farà conoscere i protagonisti, al punto di fargli condividere un viaggio verso qualcosa a cui tengono, in questo caso lei (che poi se si vuole essere pignoli come Giovanni, Aldo non c’entra nulla con tutta questa storia se non per un malinteso, ma per fortuna ci regala le sue solite perle).

Nei loro film non mancano mai dei caratteristici personaggi secondari, questa volta i tre incontreranno Vanni Maceria, il Brunelleschi dei carburatori, un simpatico meccanico toscano interpretato da Marco Messeri. Facciamo la sua conoscenza in seguito a un guasto al taxi di Aldo, proprio al radiatore, e la sua più grande particolarità è che è un fan sfegatato di Pupo, ma oltre a questo ci lascia una grande perla ricordandoci che: “chi per la fretta caca nell’ortica, spesso il culo gli formica”. Personaggio non fondamentale ai fini della trama, ma ottimo per rafforzare il lato comico del film.

Fidatevi di lui, in alta stagione esagerata non potreste trovare di meglio

Tirando le somme Tu la conosci claudia? non è sicuramente un capolavoro, ma rimane un ottimo film da guardare con spensieratezza, sapendo che c’è molto di peggio in circolazione; questo discorso, tra l’altro, vale sia se lo rapportiamo in generale alle commedie italiane, sia se ci limitiamo a paragonarlo al resto della filmografia del trio comico.

Come sempre vi ringrazio per essere rimasti fino alla fine e vi auguro una buona visione!

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Daniele Artioli ha detto:

    Sono d’accordo, sicuramente non il migliore del trio ma comunque un bel film che si lascia riguardare anche più volte senza stancare. Il fatto di interpretare sempre sé stessi è secondo me il limite capitale di Aldo, Giovanni e Giacomo, al punto che quando il gioco inizia a durare troppo crolla un po’ tutto.
    Paola Cortellesi è sempre un’ottima aggiunta a qualunque cast, a me piace tantissimo!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...