Titanic: storia di un eterno amore.

il

Un’anziana signora sta guardando la tv in quello che è un momento di tranquilla quotidianità quando un’immagine al notiziario cattura del tutto la sua attenzione.
Lo schermo della televisione viene riempito da un antico disegno a carboncino che ritrae una ragazza vestita solo della sua giovinezza e quella ragazza è proprio lei, ben 85 anni prima. Il suo nome è Rose Dawson e la sua storia è talmente incredibile che deve essere raccontata.
Quando Brock Lovett, il cercatore di tesori che, nel tentativo di ritrovare il leggendario diamante chiamato il Cuore dell’Oceano, rinvenì, invece, il disegno di Rose con indosso il pregiato gioiello, riceverà la chiamata dell’ormai centenaria donna, la sua vita cambierà per sempre e le porte del famigerato transatlantico Titanic si spalancheranno a lui ed al suo team, portandoli in un’epoca di sfrenato sfarzo e crudeli discriminazioni.
Rose aprirà a loro il suo cuore e racconterà della sua giovinezza, del diamante blu, del terribile naufragio e di lui, Jack, l’uomo che la salvò in tutti i modi in cui una persona può essere salvata.

Titanic” è senza dubbio il film dei record.
Al 2020 è il terzo film con i maggiori incassi della storia del cinema e possiede, inoltre, il primato di vittorie ai Premi Oscar, ben undici, e quello delle candidature, ben quattordici. Fu, senza dubbio, un gran successo.
Inserito nel 2007 dall’American Film Institute all’83º posto nella classifica dei cento migliori film americani di tutti i tempi e scelto nel 2017 per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti in quanto “culturalmente storico e significativo”, questa pellicola storica, romantica e drammatica del 1997 ancora oggi riesce a coinvolgere, ammaliare ed emozionare gli spettatori con la sua opulenza visiva e la sua struggente tenerezza. James Cameron idea, sceneggia, dirige e co-produce un kolossal in pieno stile hollywoodiano e lo fa con schiettezza, freschezza e semplicità, le scene sono presentate con naturalezza e senza grandi ambizioni artistiche, totalmente al servizio della trama e del pubblico, tuttavia qualche soluzione accattivante è presente ed impreziosce il tutto. Anche la fotografia non brilla per innovazione o particolarità, ciò nonostante le immagini risultano davvero piacevoli e armoniose ed alcune sono persino divenute cult, basta pensare alla celeberrima sequenza di Jack e Rose sul ponte della nave a braccia aperte immersi nel tramonto.
Un grande ed avanguardistico uso degli effetti speciali fu fatto ma, anche rivedendo il film ai giorni d’oggi, ben ventitré anni dopo la sua uscita nei cinema, quasi non si notano, la cura e la maestria con la quale furono realizzati da Robert Legato, effettista statunitense premiato con l’Oscar per il suo lavoro in “Titanic” ma anche per quello in “Hugo Cabret” (2011) di Martin Scorsese e “Il Libro Della Giungla” (2016) di John Favreau, fu davvero ammirabile. La ricostruzione storica minuziosa, dettagliata e molto curata del transatlantico, delle location e degli abiti è l’ennesimo pregio di quest’opera che, dal punto di vista estetico, non smette mai di meravigliare, anche grazie alle nuance calde, luminose ed avvolgenti che creano immediatamente un’atmosfera soffusa e romantica, malinconica, come i ricordi della protagonista.
Anche gli attori sono al loro massimo, Kate Winslet e Leonardo DiCaprio sono indimenticabili nei ruoli che li hanno consacrati come attori e che li hanno posizionati nell’immaginario collettivo come gli emblematici Rose e Jack, una menzione d’onore va alla simpatica e genuina Kathy Bates, che è sempre una certezza.
E come non menzionare l’iconica ed imperiale colonna sonora contenente la commovente “My Heart Will Go On” composta da James Horner e Will Jennings ma cantata da Céline Dion? Inizialmente Cameron avrebbe voluto l’irlandese Enya come interprete ma la Dion si rivelò una scelta vincente, tanto che la canzone vinse un Premio Oscar come Miglior Canzone.
Insomma, da qualunque angolazione questo film si guardi ci sono pregi e curiosità da elencare, grazie al suo carico emotivo, alla sua intensità e alla sua classe “Titanic” non è invecchiato di un solo giorno e la storia d’amore di Rose e Jack continua a rimanere una delle più belle viste sul grande schermo. La vera tragedia del naufragio, inoltre, ci viene narrata con estremo realismo.

Non è mai troppo tardi per recuperare questa perla, le lacrime sono assicurate ma lo è anche la qualità.

~Rebel Rabel

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...