Colossi del cinema: i cinque film più premiati di sempre.


Amanti del cinema e delle classifiche, o semplicemente persone curiose, questo articolo è per voi!
Spesso ci si chiede quali siano i film con più premi in assoluto, quelli che hanno letteralmente preso possesso della serata degli Oscar diventando protagonisti indiscussi di un evento famosissimo e molto importante come l’arcinota premiazione hollywoodiana, passando alla storia per questo.
Ebbene, oggi siamo qui proprio per ricordare quelle pellicole che sono state in grado di ammaliare la giuria facendo, così, incetta di premi. I film che vi propongo qui di seguito non sono ovviamente gli unici ad aver sbancato all’Accademy Awards, anzi, ce ne sono molti altri che hanno ottenuto un enorme successo, come “Via Col Vento” di Victor Fleming (1939), “Titanic” di James Cameron (1997), “Il Paziente Inglese” di Anthony Minghella (1996), “The Milionaire” di Danny Boyle (2008) e via discorrendo, le opere che ho scelto di trattare sono semplicemente quelle che più di tutte mi hanno colpita per “ricchezza di bottino”, se così si può dire.
Ecco, quindi, i cinque film più premiati di sempre.

“Gigi” di Vincente Minnelli (1958)
Genere: musical, commedia
Candidature: 9
Premi vinti: 9

“Gioventù! Ecco che ci vuole, gioventù. Frequenta chi ce l’ha e un pò ti resta addosso.” – Honorè Lachaille

Questa è la storia della giovane Gigi che, nella stupenda Parigi del 1900, segue le orme della nonna provando a tutti i costi a diventare una cortigiana
La pellicola conquistò i premi per miglior film, regia, sceneggiatura non originale, fotografia, scenografia, costumi, montaggio, canzone e colonna sonora. Quest’ultima, realizzata da André Previn, rimase in testa alla classifica Billboard 200 del 1958 per ben tre settimane consecutive.


“Ben Hur” di William Wyler (1959)
Genere: storico, drammatico, azione
Candidature: 12
Premi vinti: 11

“Sesto, chiedevi come combattere un’idea. Te lo dico io: con un’altra idea.” – Messala

La pellicola in questione, ambientata nella Gerusalemme dell’impero di Tiberio, narra la storia del principe ebreo Ben Hur che, ridotto in schiavitù per tre anni, torna libero e cerca rivalsa nei confronti di chi lo ha costretto in quelle condizioni. “Ben Hur” ottenne i premi come miglior film, miglior regia, miglior attore protagonista (Charlton Heston), miglior attore non protagonista (Hugh Griffith), fotografia, scenografia, montaggio, costumi, sonoro, effetti speciali e colonna sonora. L’unica nomination nella quale il film non venne premiato fu quella per la miglior sceneggiatura non originale.


“West Side Story” di Jerome Robbins e Robert Wise (1961)
Genere: musical, commedia, romantico
Candidature: 11
Premi vinti: 10

“Ho un amore ed è tutto quello che ho. Giusto o sbagliato che sia, che altro posso fare? Io lo amo, sono sua e tutto ciò che lui è, lo sono anche io.” – Maria

“West Side Story” racconta la travagliata storia d’amore di due ragazzi appartenenti a famiglie affiliate a due bande rivali. Oltre a Rita Moreno e George Chakiris, che vinsero rispettivamente i premi come miglior attrice non protagonista e miglior attore non protagonista, il film fu giudicato agli Academy il miglior film del 1961, aggiudicandosi anche la miglior regia, fotografia, scenografia, costumi, montaggio, sonoro e colonna sonora. Solo il mancato premio della nomination per la miglior sceneggiatura non originale impedì che il film vincesse in toto.


“Amadeus” di Miloš Forman (1984)
Genere: biografico
Candidature: 11
Premi vinti: 8

“Sposta una sola nota e la musica si immiserisce, cambia una sola frase e la struttura crolla.” – Antonio Salieri

Questa sontuosa e magistrale opera tratta della vita di Wolfgang Amadues Mozart, raccontandocela, però, dal punto di vista del suo rivale, il compositore di corte Antonio Salieri. La pellicola vinse i premi per il miglior film, la miglior regia, miglior attore protagonista con Murray Abraham nei panni di Antonio Salieri, miglior sceneggiatura non originale, migliori costumi, miglior scenografia, trucco e sonoro.


“Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re” di Peter Jackson (2003)
Genere: fantastico, avventura
Candidature: 11
Premi vinti: 11

“La morte è soltanto un’altra vita, dovremo prenderla tutti” – Gandalf

“Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re”, terzo e ultimo capitolo della saga di Peter Jackson tratta dal romanzo di Tolkien, è un pezzo fondamentale della cinematografia fantasy e narra del viaggio di Frodo e Sam che, accompagnati da Gollum, sono diretti al Monte Fato per distruggere l’anello mentre il resto della compagnia è impegnata nella Battaglia del Pellenor. La pellicola è riuscita a vincere in tutte e undici le nomination alla quale era candidato per miglior film, regia, sceneggiatura non originale, scenografia, costumi, trucco, montaggio, sonoro, effetti speciali, colonna sonora e canzone.

Che aggiungere? Con un simile curriculum questi film parlano da sé. Vi invito a vedere le pellicole della quale avete letto, anche se magari potrebbero non conquistarvi di sicuro avrete visto un bel pezzo di Cinema.

~Rebel Rabel

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...