Maleficent – Signora del male

“Maleficent – Signora del male” si presenta come un film abbastanza debole. Cos’ha che non va? Vale la pena di vederlo al cinema? Scopriamolo insieme.

Un cast tutto al femminile con una meravigliosa Angelina Jolie, una straordinaria Michelle Pfeiffer e la talentosa Elle Fanning non é bastato a renderle il Ramake Disney degno di nota, vediamo più nel dettaglio:

  • La sceneggiatura: la stesura del testo ha dei seri problemi di sviluppo, sopratutto nell’ultima parte del film. Tutti cambiano idea in un secondo, muoiono personaggi e non frega assolutamente nulla a nessuno, ci sono buchi di trama allucinanti..un vero peccato;
  • Troppi personaggi: il film introduce molti nuovi personaggi sia del mondo umano che della Brughiera senza approfondirli o dirci qualcosa su di loro.
  • La regia: non ha un’identità ben definita, attua dei “virtuosismi” completamente a caso senza una ragione specifica e non riesce a sfruttare le scene al meglio.

In linea di massima segue, con coerenza, le orme del primo capitolo.

L’introduzione di personaggi secondari può arricchire molto un film, ma lo sceneggiatore e il regista devono saperli gestire, integrare ed argomentare. Lo stesso discorso vale per le sottotrame: ci sono state veramente troppe storie che non sono riusciti ad incastrare nel migliore dei modi, eccone alcune:

  • La guerra fra gli umani e “la specie” di Malefica;
  • La storia dello gnomo: chi é? Da dove viene? Perché sta lì?
  • Le varie storie amorose un sottofondo, sopratutto fra i personaggi della Brughiera;
  • la stessa storia di Malefica é argomentata in fretta e furia;

Interessante la piccola (piccolissima) finestra che ci hanno mostrato sul passato di Malefica, peccato il poco approfondimento.

Non bisogna mai dimenticare il Target del film: è un film creato per i bambini, sotto molti aspetti, dal linguaggio alla rappresentazione.

Se non si cerca di vedere il film anche con un occhio da “bambino” si rischia di uscire dalla sala con un senso di delusione non indifferente: da parte mia sono riuscito a scindere le due cose, il che non vuol dire dimenticare gli ORRORI tecnici, ma limitarsi a vedere il film con spensieratezza.

Questo film non é assolutamente tutto da buttare, anzi, Il film é riuscito a sfruttare i suoi punti di forza: la maestosità della Brughiera e la fotografia.

Questo film infatti é un’esplosione di colori e di creature fantastiche, dotate di un fascino magnetico che riuscirà sicuramente a catturare i più piccoli e gli appassionati del genere. Creature di tutti i tipi con lo giusto spazio all’interno del film. I costumi, da parte loro, riescono a tenere il passo con lo scenario fantastico con dei meravigliosi “cambio-abito” di Malefica.

Gli effetti speciali non sono male, un paio di questi sono sicuro che vi stupiranno.

Può piacere questo film? Assolutamente si.

Vale la pena di vederlo al cinema? Secondo me si, ma questo, attenzione , non vuol dire che sia un prodotto di qualità.

Mi spiego meglio: i buchi di trama e la scarsa complessità della sceneggiatura non incidono sul messaggio che questo film vuole mandare e, soprattutto, non incidono più di tanto sulle azioni dei personaggi e sulla storia primaria. La maestosità della Brughiera non si può assolutamente non vedere sul grande schermo, perderebbe il 90% del suo fascino.

Vorrei sottolineare che questo film era palesemente evitabile: non arriva neanche lontanamente al suo precedessore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...