Cosa dirà la gente

“Cosa dirà la gente” é un film autobiografico di Iram Haq.

Nisha (Maria Mozhdah) ha sedici anni e una doppia vita. In famiglia si comporta come una normale figlia di pachistani mentre fuori casa è una “normale” ragazza norvegese. Quando però il padre la sorprende in casa, in compagnia del suo ragazzo, si organizza per portarla contro il suo volere in Pakistan affidandola a una zia. In un Paese che non conosce, dove la cultura dominante non la rappresenta, Nisha é costretta ad adattarsi.

Lo faccio per il tuo bene;

Papà di Nisha

Questa é una frase potente, ripetuta per tutto il film, che rimbomba nelle nostre teste. Le azioni del padre variano dall’affettuoso all’orrido: non mancano insulti, carezze, sbraiti, rassicurazioni, sputi e chi più ne ha più ne metta. Ma lui lo fa per il suo bene (capito si?).

La protagonista del film non é Nisha, non é la cultura: é la gente.

Troviamo “la gente” in sottofondo ad ogni scena (come un ombra), vediamo “la gente” come una minaccia costante. Nisha non viene spedita in Pakistan per apprendere la cultura dei suoi genitori, ai due c’è qualcosa che interessa più della propria cultura, della cultura della figlia e della sua stessa felicità: cosa dirà la gente.

Maria Mozhdah é stata una piacevole scoperta, la sua interpretazione é stata magnifica. Fra i membri del cast, fra i migliori diciamo, troviamo:

  • Adil Hussain: papà di Nisha.
  • Sheeba Chaddha: zia di Nisha.

Quest’autobiografia ha uno stile documentaristico, abbastanza lento ma molto descrittivo. Le luci sono bellissime, adattate all’umore di Nisha e, pensate la genialità, all’opinione della gente (fate molto caso agli ambienti interni come la casa di Nisha, la casa della zia e così via).

Nel film vengono trattate questioni molto delicate, come:

  • I matrimoni combinati: questo film é una vera e propria denuncia e un invito alla ribellione;
  • La cultura: Nisha é divisa fra due culture, quella occidentale e quella pakistana, tuttavia il film non accusa la GRANDE differenza culturale che vi é, ne dimostra le differenze sia positive che negative.
  • La nostra immagine: quanto é importante l’apparire? Quanto é importante essere apprezzati e rispettati dalla famiglia, gli amici, il quartiere e via dicendo? Quanto pesa L’opinione altrui?. Per i genitori di Nisha la gente é più importante del denaro, della famiglia, della cultura e di Nisha stessa.

In molte recensioni ho letto che uno dei temi centrali del film é il rapporto fra Nisha e Adil, ovvero il rapporto padre-figlia. A me non é sembrato affatto così, anzi. Questo rapporto, evidentemente conflittuale, viene quasi messo da parte. Si riprenderà negli ultimi attimi del film.

Ad uscire con questi idioti di occidentali diventerai matta.

Adil

Per tutto il film ho sentito come la sensazione che mancasse qualcosa: una ribellione da parte di Nisha. Nel ripensarci, in realtà una sorta di ribellione c’è stata; una trasgressione sottile, a malapena palpabile ma presente. Una sommossa tutta giovanile che può variare dall’uscire di nascosto al baciare un ragazzo.

Il finale:

Questa piccola parte contiene spoiler. Nel finale vediamo Nisha che, dopo aver scoperto del matrimonio combinato che le hanno fatto i genitori, scappa di notte e, dalla finestra, si ferma ad osservare suo padre che la fissava.

I due si guardano, ma non parlano, non si muovono. È stato l’unico vero momento di comunicazione tra i due: comunicano con gli occhi, con la mente. Sembra quasi che si chiedano scusa.

In due parole: Bellissimo e agghiacciante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...