You

il

Joe, manager di una libreria di New York, si innamora di una giovane donna di nome Beck, una sua cliente. Il suo amore si rivela una vera e propria ossessione, tanto da rendere Joe un violento maniaco.

La serie vanta di una stagione, abbastanza veloce (una decina di puntate). Uscirà sicuramente una seconda stagione.

La recensione contiene spoiler, vi avverto prima come sempre.

Joe é interpretato dal bello e magnetico Penn Badgley (conosciuto principalmente per Gossip Girl), perfettamente nella parte. Tra gli attori abbiamo anche:

  • Elizabeth Lail (conosciuta principalmente per C’era una volta): che interpreta Beck;
  • Shay MitChell (vari film e serie televisive): che interpreta Peach.

La serie coinvolge sia per l’originalità della trama (o meglio, delle rappresentazioni) che per la regia dinamica e movimentata. La ciliegina sulla torta la mettono gli interpreti, tutti bravi e calati perfettamente nella parte (anche se alcuni abbastanza stereotipati). Ci sono buchi di trama ma non disturbano più di tanto la serie.

Questa serie riesce ad esplorare in maniera efficace il confine tra amore e ossessione, la credibilità odierna di un’affermazione come “l’amore vince ogni cosa” e i pericoli di una società nella quale i social media lasciano ben poco spazio per la privacy. 

Il mio personaggio preferito in assoluto é Peach.

In più questa serie mette in luce l’ossessione che si nasconde dentro ognuno di noi, che in alcuni casi può essere aggressiva (joe), in altri possessiva (Peach), in alcuni dominante (più di una coppia nella serie), e via dicendo.

Queste ossessioni vengono raccontate in modo estremo, senza filtri; infatti, tutte le opinioni contro questa serie sono proprio per la rappresentazione dell’ossessione relazionale a danni della donna.

Tuttavia se si vede attentamente la serie, si capisce che Joe ha dei problemi e che, quello che fa, non é normale. Non incita lo Stalking, la violenza e tutte queste cose qua, anzi.

In ogni caso non é una serie per tutti, ha delle scene forti (sia dal punto di vista psicologico che di rappresentazione fisica). Se siete facilmente impressionabili, cambiate serie.

Alcune pecche: l’aspetto psicologico é poco sottolineato, non é ben marcato; almeno per i miei gusti, ci sono dei buchi di trama, alcune scene sono troppo stereotipate; i dialoghi sono un po’ decadenti.

In ogni caso, ve la consiglio!

Mi viene quasi da dire: Kiss Kiss, Gossip Girl

Ora inizia una piccolissima parte spoiler.

Il finale non mi é piaciuto affatto, la morte di Beck, nonostante fosse necessaria, non é stata realizzata in maniera adeguata.

La maggior parte delle scene di omicidio (parlo degli omicidi che commette Joe) sono rappresentati in maniera troppo stereotipata e quasi “soprannaturale”, ed é un peccato.

La morte di Peach NON L’HO PROPRIO MANDATA GIÙ.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...